Rete per ponteggi: a cosa serve e come sceglierla

La rete per ponteggi è un elemento fondamentale in ogni cantiere edile. Questa protezione è fondamentale per assicurare la sicurezza dei lavoratori impegnati sul ponteggio e per proteggere l'area di lavoro da polveri, detriti e cadute impreviste di materiali. In questo articolo, esamineremo attentamente le varie categorie di reti per ponteggi. Discuteremo della loro utilità, come selezionarle e i criteri da considerare quando si acquistano per soddisfare le specifiche necessità del cantiere. Una corretta selezione della rete è cruciale per operare in conformità con le normative vigenti ed evitare sanzioni o incidenti sul lavoro. 

Norme e classificazioni delle reti per ponteggi

Esistono diverse varianti di rete anticaduta per ponteggi disponibili sul mercato, ognuna con le proprie specifiche caratteristiche e materiali. Secondo la normativa UNI EN 1263-1, le reti di sicurezza possono essere classificate sia per classe sia per sistema di impiego.

Classificazione delle Reti Anticaduta per Ponteggi

La classificazione si basa sulla dimensione della maglia della rete e sull'energia che è in grado di assorbire. Pertanto, possiamo distinguere quattro classi di reti di protezione per ponteggi:

  • A1: lM = 60 mm; E = 2,3 kJ;
  • A2: lM = 100 mm; E = 2,3 kJ;
  • B1: lM = 60 mm; E = 4,4 kJ;
  • B2: lM = 100 mm; E = 4,4 kJ.

Ricorda che i valori E citati non includono eventuali deterioramenti o invecchiamento della rete, e pertanto sono calcolati sulla base della condizione di "nuova" della rete.

Tipologia di Supporto e Modalità di Impiego

Le reti anticaduta per ponteggi possono essere ulteriormente suddivise basandosi sulla tipologia del supporto e le sue diverse modalità di impiego. Esistono quattro sistemi principali: due per l'impiego orizzontale (sistema S e T) e due per quello verticale (sistema U e V).

Impiego Orizzontale delle Reti per Ponteggi

  • Sistema S: il sistema include l'uso di una rete anticaduta con fune sul bordo per consolidare il perimetro, collegata ai cavi di sollevamento e alle funi tiranti. La rete viene utilizzata in orizzontale per proteggere un'ampia zona di lavoro, tipicamente interna alla struttura. La superficie minima dovrebbe essere di 35 mq con un lato corto non inferiore a 5 metri.
  • Sistema T: questo sistema ha una rete di sicurezza collegata a delle staffe. Rispetto al sistema S copre una zona di dimensioni minori. Include una mensola attaccata a un supporto che protegge lateralmente o con una leggera inclinazione l'area in cui si lavora.

Impiego Verticale delle Reti per Ponteggi

  • Sistema U: in questo caso, la rete anticaduta è fissata a un telaio di sostegno per l'uso verticale. Questa rete non è progettata per "catturare" un lavoratore caduto, ma per impedirne la caduta, fornendo protezione fino a un metro di altezza dal piano di calpestio.
  • Sistema V: la rete anticaduta con fune sul bordo è fissata a un supporto a forca. Questo sistema è progettato per l'installazione verticale e protegge da cadute laterali o verticali che avvengono da un'altezza massima di 6 metri. Queste reti vengono spesso utilizzate come protezione durante i lavori sui bordi.

 

Gli strumenti necessari per sicurezza, segnalazione e lavoro all'interno del  cantiere edile: scarica la checklist!

 

Materiali e Funzionalità delle Reti per Ponteggi

A seconda delle esigenze, i materiali utilizzati per la realizzazione delle reti per ponteggi possono variare. Le principali funzioni che queste reti devono assolvere sono:

  • assorbire eventuali cadute;
  • agire come barriera contro vento e luce solare;
  • funzionare come barriera antincendio.

 

Le diverse tipologie di rete per ponteggi 

Esistono fondamentalmente tre tipologie di rete per ponteggi.

  • Rete anticaduta: serve a prevenire la caduta di materiali o attrezzi dall'alto. Viene installata all'esterno del ponteggio, solitamente sotto il piano di calpestio. 
  • Rete antipolvere: ha lo scopo di contenere la diffusione di polveri derivanti dai lavori di demolizione. Si posiziona all'esterno del ponteggio per isolare l'area circostante. 
  • Rete di protezione: è una barriera di sicurezza per i lavoratori, impedendo cadute nel vuoto. Si trova immediatamente dietro la struttura del ponteggio. 

Analizziamo più in dettaglio le caratteristiche e gli utilizzi di ciascuna tipologia.

La rete anticaduta per ponteggi

La rete anticaduta è progettata per intercettare la caduta accidentale di oggetti dall'alto del ponteggio. Viene installata al di sotto del piano di lavoro, lungo tutto il perimetro della struttura. 

Questa rete svolge una duplice funzione: 

  • Impedire che materiali, detriti o attrezzi cadano a terra, evitando danni e soprattutto infortuni alle persone presenti nell'area sottostante il ponteggio.
  • Trattenere gli oggetti al suo interno, in modo che non si perdano e possano essere recuperati agevolmente dai lavoratori. 

La rete anticaduta è realizzata con materiali molto resistenti, in grado di sopportare urti e sollecitazioni rilevanti. Deve essere installata correttamente, assicurandola saldamente alla struttura del ponteggio. 

I punti chiave per scegliere una rete anticaduta di qualità sono i seguenti. 

  • Resistenza meccanica: la rete deve resistere all'impatto di oggetti pesanti caduti anche da altezze superiori ai 10 metri. 
  • Maglia fitta: le maglie non devono superare i 2x2 cm, per trattenere piccoli oggetti come bulloni o attrezzi. 
  • Ignifuga e inattaccabile: il materiale deve essere ignifugo e resistere a muffe, agenti chimici, raggi UV. 
  • Opaca: la rete deve essere il più possibile opaca, per evitare la proiezione di ombre fastidiose per i lavoratori. 

La rete antipolvere per ponteggi

La rete antipolvere ha lo scopo di contenere la dispersione di polveri prodotte dalle attività di demolizione effettuate sul ponteggio o nell'area circostante. 

Questa rete presenta maglie molto fitte, in grado di trattenere efficacemente le microparticelle di polvere. Viene installata lungo tutto il perimetro del ponteggio, dal suolo fin sopra l'ultimo piano di lavoro. 

La sua funzione è molteplice: 

  • evitare che le polveri si diffondano nell'ambiente circostante, prevenendo possibili danni a cose o persone; 
  • impedire l'inalazione di polveri nocive da parte dei lavoratori sul ponteggio e di passanti ai piedi della struttura; 
  • mantenere pulita l'area circostante il cantiere; 
  • ridurre la deposizione di polveri sui ponteggi e gli edifici adiacenti. 

Per essere efficace, la rete antipolvere deve possedere queste caratteristiche.

  • Maglia molto fitta: le maglie devono avere una dimensione inferiore al mm per trattenere le micro-polveri. 
  • Opacità elevata: la trama molto fitta rende la rete pressoché opaca alla vista. 
  • Resistenza meccanica: la rete deve resistere a strappi, lacerazioni e a eventuali oggetti contundenti. 
  • Impermeabilità: la rete deve essere il più possibile impermeabile per resistere nel tempo agli agenti atmosferici.

La rete di protezione per ponteggi

La rete di protezione ha la funzione di mettere in sicurezza i lavoratori che operano sul ponteggio, prevenendo possibili cadute nel vuoto. 

A differenza delle altre reti, quella di protezione si trova internamente alla struttura del ponteggio, immediatamente dietro il piano di calpestio. In questo modo impedisce efficacemente eventuali cadute accidentali dei lavoratori dagli impalcati del ponteggio. 

La rete di protezione presenta queste caratteristiche distintive: 

  • posizione interna al ponteggio, aderente alla struttura portante; 
  • maglia molto fitta per garantire la massima protezione; 
  • elasticità elevata per attutire al meglio eventuali urti; 
  • solidità degli agganci per resistere a strappi e sollecitazioni; 
  • visibilità nulla da parte dell'esterno del ponteggio;
  • facilità di passaggio attraverso la rete grazie ad appositi sistemi di apertura-chiusura. 

Come scegliere la rete per ponteggi adatta alle proprie esigenze

Per scegliere la tipologia e le caratteristiche della rete per ponteggi più indicate per il proprio cantiere, bisogna considerare diversi fattori.

  • Tipo di lavorazione 

Il tipo di attività svolta sul ponteggio determina quale rete sarà necessaria. Per lavori di demolizione servirà sicuramente una rete antipolvere molto fitta. In caso di semplice manutenzione di facciate la rete anticaduta potrebbe essere sufficiente. 

  • Altezza del ponteggio 

Più il ponteggio è alto, maggiore deve essere la resistenza della rete anticaduta per sopportare eventuali cadute anche violente di materiali. Anche la rete di protezione deve essere tanto più solida quanto più elevato è il ponteggio, per garantire l'incolumità degli operai in caso di caduta. 

  • Area circostante 

Se nell'area intorno al ponteggio sono presenti strade, passaggi pedonali o edifici abitati, sarà indispensabile installare reti antipolvere molto efficaci per contenere le emissioni di particolato. In presenza di altri cantieri o attività commerciali, anche la rete anticaduta dovrà essere scelta con maggiore attenzione, per evitare danni accidentali. 

  • Ventosità della zona 

In aree particolarmente ventose, la rete antipolvere deve essere solidissima e ben ancorata per resistere alle sollecitazioni del vento ed evitare lacerazioni o distacchi della rete. 

  • Budget disponibile 

Il costo delle reti per ponteggi può variare sensibilmente in base a materiali, resistenza e sistema di aggancio. È importante individuare il giusto compromesso tra costo e standard qualitativo adeguato al cantiere specifico.

 

Gli strumenti necessari per sicurezza, segnalazione e lavoro all'interno del  cantiere edile: scarica la checklist!

 

Materiali delle reti per ponteggi

La scelta del materiale con cui sono realizzate le reti influenza parecchi fattori, come la resistenza, la durabilità e il costo. Analizziamo le caratteristiche dei materiali più diffusi. 

 

  • Polietilene ad alta densità (HDPE) 

È il materiale più utilizzato per le reti da cantiere. Garantisce un eccellente rapporto qualità/prezzo. 

Vantaggi: 

  • Resistenza meccanica elevata 
  • Imputrescibile e 100% riciclabile 
  • Resistente a muffe e agenti chimici 
  • Durevole nel tempo agli agenti atmosferici 
  • Costo contenuto 

Svantaggi: 

  • Non completamente ignifugo 
  • Esposizione prolungata ai raggi UV può causare fragilità 

  • Polipropilene 

Molto simile al polietilene per caratteristiche e prezzo, leggermente meno resistente ma ancora più leggero. 

Vantaggi: 

  • Leggerezza 
  • Buona resistenza meccanica 
  • Resiste bene agli agenti chimici
  • Costo contenuto 

Svantaggi: 

  • Durata inferiore al polietilene 
  • Non ignifugo 

  • Nylon 

Garantisce eccezionale resistenza meccanica abbinata a grande leggerezza. Ha costi superiori. 

Vantaggi: 

  • Resistenza eccellente 
  • Leggerezza 
  • Elasticità elevata 
  • Imputrescibile 

Svantaggi: 

  • Scarsa resistenza ai raggi UV 
  • Costo medio-alto 

  • Fibra di vetro 

Reti realizzate in fibra di vetro per applicazioni gravose che richiedono resistenza estrema. Molto costose. 

Vantaggi: 

  • Resistenza meccanica ai vertici della categoria 
  • Durata eccellente nel tempo 
  • Inerte chimicamente 

Svantaggi: 

  • Costo molto elevato 
  • Richiede manutenzione per mantenere le prestazioni ottimali 

Materiali delle reti per ponteggi

Il metodo con cui la rete viene agganciata al ponteggio influisce sulla tenuta e resistenza dell'insieme. Scopriamo le diverse soluzioni. 

  • Tessuto della rete annodato al ponteggio

È il sistema più artigianale, che consiste nell'annodare il tessuto della rete direttamente ai componenti del ponteggio. 

Vantaggi: 

  • Costo molto basso 
  • Montaggio facile e veloce 

Svantaggi: 

  • Scarsa resistenza agli strappi 
  • Assenza di tensionamento della rete

  • Fettucce o lacci di chiusura 

Le reti vengono dotate di robuste fettucce o lacci lungo il perimetro, che vengono avvolti attorno agli elementi del ponteggio per il fissaggio. 

Vantaggi: 

  • Costo contenuto 
  • Montaggio semplice 
  • Possibilità di tensionamento discreto 

Svantaggi: 

  • Resistenza limitata 
  • Col tempo possono allentarsi o cedere

  • Sistemi con cavo e redancia 

Prevedono l'inserimento di un cavo interno alla rete che viene teso tra due redance ai lati opposti del ponteggio. 

Vantaggi: 

  • Ottimo tensionamento della rete 
  • Resistenza elevata 
  • Montaggio solido e professionale 

Svantaggi: 

  • Costo medio-alto 
  • Installazione più complessa

  • Occhielli metallici incorporati

Gli occhielli vengono intercalati al tessuto della rete durante la produzione. Permettono un aggancio stabile e resistente al ponteggio tramite appositi moschettoni o gravità. 

Vantaggi: 

  • Massima resistenza e tenuta 
  • Montaggio professionale 
  • Manutenzione minima 

Svantaggi: 

  • Costo elevato della rete 
  • Necessità di moschettoni e accessori specifici 

 

Conclusioni

La rete per ponteggi è un elemento imprescindibile in ogni cantiere edile, per garantire sicurezza, contenere polveri e detriti, ed evitare danni a cose o persone. È importante scegliere con attenzione la tipologia più adatta al proprio cantiere valutando le lavorazioni previste, le caratteristiche del sito, il budget disponibile. 

I materiali più diffusi come polietilene e polipropilene garantiscono un ottimo rapporto qualità/prezzo. Per cantieri professionali le reti in nylon o fibra di vetro assicurano resistenza e tenuta eccellenti. 

È molto importante come si attacca al ponteggio. I sistemi con un cavo di acciaio o con ganci incorporati sono i migliori per installazioni forti e lunghe. Avere una buona rete di sicurezza permette di lavorare senza problemi, riducendo i rischi legati a polvere, detriti e cadute. Questo protegge la salute dei lavoratori e la sicurezza di persone e cose vicine al ponteggio.

 

 

<!-- HubSpot performance collection script --> <script defer src="https://static.hsappstatic.net/content-cwv-embed/static-1.717/embed.js"></script> <script> var hsVars = hsVars || {}; hsVars['language'] = 'it'; </script> <script src="/hs/hsstatic/cos-i18n/static-1.53/bundles/project.js"></script>