11 giugno 2019 Redazione outdoor

Tipi di pavimentazione per esterni per dare stile alla tua casa

tipi di pavimentazione per esterni per dare stile alla tua casa

Quanto è rilassante, soprattutto con l’arrivo della bella stagione, passare le serate nel patio di casa o in veranda, cenare all’aperto e invitare alcuni amici?

Un ambiente esterno confortevole non solo rende più piacevole le giornate, ma dona anche uno stile inconfondibile alla tua casa, partendo dalla pavimentazione.

Scegliere la giusta pavimentazione per esterni, dal patio fino alle soluzioni di decking per bordo piscina, è un fattore importante e molto spesso trascurato. Infatti, le opzioni a disposizione sono numerose e non sempre si finisce per scegliere un tipo di pavimentazione consono all’utilizzo che se ne vorrebbe fare. Il gusto personale e il prezzo possono influenzare la scelta e farci commettere passi falsi.

Senza entrare troppo nello specifico, ti proponiamo una sintesi delle soluzioni più comuni e i migliori materiali a disposizione sul mercato.

 

Tipi di pavimentazione per esterni: la classifica

 

Posizione n°4: cemento

Il cemento non è di certo una soluzione adatta a tutti, ma soprattutto a chi predilige un ambiente più industriale, che risalta rispetto all’ambiente circostante.

Eppure le caratteristiche del cemento sono numerose:

  • è chiaramente durevole e non rischia di rompersi, anzi, con ogni probabilità durerà per tutto il tempo in cui vivrai nella casa;
  • non richiede particolari manutenzioni, non si rovina facilmente e se si sporca è facile da pulire;
  • è economico.

Per essere corretti, però, questo tipo di materiale presenta anche alcuni aspetti negativi: nonostante non sia difficile da pulire, il problema è che non è mai completamente pulito se mantenuto al grezzo, e camminarci sopra non è piacevole come nel caso delle piastrelle o del legno.

 

Posizione n°3: mattoni

Se cerchi uno stile più tradizionale, un ambiente in mattoni è il più indicato: le opzioni a disposizione sono moltissime, sia per colori che fantasie e conferiscono un look unico perfetto, in particolare, per chi desidera un caminetto esterno e un patio davvero accogliente.

Tra i vantaggi principali, il mattone:

  • è tra i materiali più durevoli in circolazione e regge bene il passaggio continuo di chi ci passa sopra;
  • nonostante sia tra le soluzioni più costose in circolazione, se installato correttamente non dovrai più pensare a sostituire la pavimentazione per usura, perché ti durerà fino a che non decidi diversamente;
  • dona eleganza e, anche dopo qualche anno di usura, non perde il suo fascino ma, al contrario, ne guadagna su carattere e personalità;
  • è un materiale naturale.

Il mattone ha però un limite: la sua resistenza all’acqua. Essendo poroso di natura, il materiale, se non è ben sigillato, può trattenere l’acqua al suo interno e causare problemi di muffa e umidità.

 

Posizione n°2: pietra e piastrelle in ceramica o porcellana

Come materiale, la pietra non è di certo economica, però il suo acquisto ti garantisce una durata di utilizzo molto prolungata senza dover pensare di effettuare delle manutenzioni estese.

In alcuni casi, non è nemmeno necessario che il pavimento sia spazzato o pulito perché già trattato con particolari soluzioni.

Cerchi una soluzione più economica senza rinunciare all’elegante effetto che conferisce la pietra? Allora una pavimentazione in piastrelle potrebbe fare al caso tuo.

Le piastrelle per esterni, in particolare quelle in porcellana, molto spesso durano anche più della pietra, ma non solo:

  • conferiscono un aspetto esclusivo rispetto alla tua esigenza, da un look più naturale con la fantasia in pietra, ad una soluzione più calda e accogliente con delle piastrelle in finto legno molto realistiche;
  • le piastrelle non richiedono una manutenzione continua, al contrario basta spazzare e asciugare ogni tanto il piano e tornano come nuove;
  • che tu abbia bambini piccoli oppure animali domestici particolarmente vivaci, non dovrai preoccuparti che il pavimento venga rovinato perché le piastrelle sono altamente resistenti all’usura.

Bonus: la porcellana, e in particolare il gres porcellanato, sono altamente resistenti agli agenti atmosferici e all’acqua, oltre che essere antiscivolo, rendendo così le piastrelle l’elemento ideale per chi cerca un decking elegante ma funzionale per la propria piscina.


Posizione n°1: legno WPC

Il legno è probabilmente il materiale più versatile in termini di aspetto: il decking di questo tipo può, infatti, dare al tuo patio esterno, alla tua veranda o al bordo piscina un tocco rustico, casalingo oppure un aspetto elegante, lucido e moderno in base ai tuoi gusti.

Tra le soluzioni più moderne, il decking in legno composito (detto anche WPC - Wood Plastic Composite) si guadagna il primo posto: attraverso le tecnologie moderne, infatti, è possibile ottenere un aspetto del tutto naturale e in toto uguale a quello del legno senza dover affrontare le sfide e le difficoltà della soluzione tradizionale.

Per chi sceglie il WPC, i vantaggi sono numerosi:

  • è piacevole per chi ci cammina sopra, è antiscivolo e impermeabile e non si deforma a contatto con l’acqua come succede con il legno tradizionale, il quale rischia, dopo essersi bagnato e seccato di continuo, di diventare spinoso;
  • non si rovina con il tempo a causa di tarli e insetti e non rischia di essere veicolo per muffe e umidità;
    è resistente al calore e non si rovina con il tempo - quindi non cambia colore - a causa del sole, inoltre
  • non si surriscalda se sottoposto per lungo tempo all’esposizione solare;
  • è un materiale attento all’ambiente grazie alla sua composizione che riduce l’utilizzo di legno, ma soprattutto perché non rilascia sostanze inquinanti nell’ambiente;
  • è meno costoso rispetto al legno tradizionale.

In conclusione

Le soluzioni per il decking esterno non si limitano a quelle di cui abbiamo parlato sopra, ma includono anche l’erba sintetica, tappeti per esterni, piastrelle in espanso, gomma… insomma, ce n’è per tutti i gusti.
Ricorda, per scegliere la pavimentazione per esterni più adatta a te, tieni in considerazione la location in cui vuoi installare il deck, l’uso che ne verrà fatto, se la soluzione si integra bene con la tua casa, ma soprattutto, se incontra le tue preferenze personali.



Esempi-pavimenti-bordo-piscina