Botole per cartongesso: come si montano e come scegliere la migliore

Gli impianti delle moderne costruzioni edili sono sempre più numerosi e complessi, al punto da essere considerati una parte preponderante di tutto il progetto di realizzazione. Infatti, pareti, controsoffitti e contropareti in cartongesso nascondono spesso vani tecnici con impianti idrici e termici che hanno bisogno di controllo e manutenzione.

Proprio per questo, in fase di realizzazione del lavoro vengono montati degli sportelli di accesso, conosciuti comunemente come botole per cartongesso o botole di ispezione. Grazie all’utilizzo di questi accessori è possibile ispezionare facilmente i vani che ospitano le varie reti (dati, elettriche, idrauliche, di condizionamento e allarme).

Scopriamo insieme quali sono le botole di ispezione presenti sul mercato, come scegliere le migliori e come montarle in modo corretto.

 

Cerchi un fornitore edile per ampliare l’offerta di magazzino? Scopri i prodotti Dakota dedicati al cartongesso: contattaci subito!

 

Cosa sono e a cosa servono le botole per cartongesso

Prima di scoprire come scegliere e applicare una botola per cartongesso, scopriamo qualcosa in più sul suo utilizzo. Come il nome stesso indica, le botole per cartongesso servono per ispezionare qualsiasi parte di una costruzione in cartongesso. In particolar modo, vengono utilizzate per perlustrare vani tecnici con impianti elettrici, termici o idraulici.

In altre parole, le botole di ispezione rappresentano un punto di accesso per svolgere qualsiasi tipologia di manutenzione, senza dover rinunciare alla resa estetica di un controsoffitto o di una parete in cartongesso. Infatti, esistono numerose tipologie di botole sul mercato, molte di queste pensate appositamente per occupare poco spazio e avere un impatto estetico minimo sul lavoro finito.

 

Botole di ispezione per cartongesso: le diverse tipologie

Proprio come accade per tutti gli accessori dedicati all’applicazione del cartongesso, anche per le botole di ispezione è possibile scegliere tra diverse tipologie.

Esistono botole realizzate con lastre standard, botole realizzate con lastre resistenti al fuoco e botole realizzate con lastre idrorepellenti. E ancora, esistono botole con sportello fisso o removibile, botole visibili e botole a scomparsa. Tra le più utilizzate ci sono sicuramente quelle di tipo push & pull, con sistema di protezione anticaduta del pannello di chiusura.

In genere, le botole si suddividono sulla base di alcune caratteristiche:

  • Materiale: botole in alluminio, MDF o lamiera con lastre di cartongesso di diversa tipologia;
  • Destinazione d'uso: botole per cartongesso da controparete o da controsoffitto;
  • Tipologia di sportello: botole di ispezione con sportello removibile, removibile in appoggio o fisso;
  • Tipologia di apertura: botole con apertura "push & pull", apertura "magnetica" o apertura con chiave o pomello.

 

Botole di ispezione: quante e quali dimensioni?

Quali sono le dimensioni di una botola per cartongesso? Le botole più utilizzate hanno misure che vanno dai 20x20cm ai 60x60cm, ma è possibile richiedere dimensioni personalizzate sulla base delle proprie esigenze.

Come sempre, la scelta della soluzione ideale dipende dalle caratteristiche tecniche e prestazionali della controparete o del controsoffitto in cartongesso in cui si andrà ad installare la botola.

 

Come montare una botola per cartongesso

In genere, l’alloggiamento delle botole di ispezione viene definito già durante la fase progettuale: infatti, si conosce fin da subito il punto esatto in cui verrà inserita la botola. Ma una botola può essere inserita anche nel contesto di una parete o di un soffitto già realizzati intercettando l’interasse tra un montante e l’altro della struttura metallica.

Come si montano le botole per cartongesso? Il processo è semplice e pratico. Prendiamo ad esempio una botola comune con telaio in alluminio, con sistema di chiusura push & pull e apertura invisibile. Il montaggio avviene in quattro fasi:

  1. La prima riguarda il disegno e l’incisione della forma della botola sulla lastra di cartongesso (è sufficiente applicare il telaio esterno sul cartongesso e segnare con una matita il profilo esterno del vano da tagliare);

  2. Di seguito, si procede inserendo la botola nel foro del controsoffitto o della parete;

  3. La terza operazione consiste nel fissare la botola al controsoffitto o alla parete con viti per cartongesso;

  4. Infine, si passa alla stuccatura e alla pitturazione della botola.

 

Una procedura di montaggio per ogni tipologia di botola

Durante la fase di montaggio è necessario prestare attenzione ad alcuni dettagli sulla base della tipologia di botola in questione. Ecco qualche esempio:

  • Botola di ispezione filomuro con sportello removibile ed apertura push & pull
    Per un montaggio a regola d’arte è necessario disporre di uno spazio di circa 3 cm per lato nel foro del cartongesso (misura derivante dall’aletta in alluminio sulla quale sono fissate le viti di tenuta). 
  • Botola di ispezione filomuro con sportello fisso ed apertura push & pull
    Anche queste botole si montano lasciando uno spazio di circa 3 cm per lato nel foro del cartongesso (misura data dall’aletta in alluminio sulla quale sono fissate le viti di tenuta).
  • Botola di ispezione filomuro con sportello removibile in appoggio da controsoffitto
    Come per le botole push & pull, sono necessari circa 3 cm di spazio per lato nel foro del controsoffitto. In più sono necessari circa 12-15 cm di spazio nel controsoffitto stesso per estrarre lo sportello senza problemi.

 

Quanto costano le botole di ispezione per cartongesso?

Il costo di una botola per cartongesso varia in relazione ai modelli (spessore, materiale e posa), ma soprattutto in relazione alle prestazioni: idrorepellenza, anti vapore, umidità, polvere e classe di resistenza al fuoco. 

Le più economiche sono quelle incorniciate, con un costo base di 20 euro ciascuna, per dimensioni di 150x150 millimetri, prezzo che sale a 50 euro per dimensioni maggiori di 200x200 millimetri (entrambi i costi prevedono la posa a vite; la differenza di prezzo dipende anche dal sistema di chiusura: con chiave o senza). 

Le botole a scomparsa per cartongesso hanno un costo base di 65 euro per la posa a colla e 85 per la posa a vite. In base alla resistenza al fuoco il costo varia da 120 euro per la classe EI 30, a 250 per EI 60. I costi salgono per componenti con EI 90: il valore di partenza è di circa 400 euro.

 

Le botole per cartongesso di Dakota Group

Dakota è il fornitore ideale di strumenti e accessori per cartongesso. Attiva in ambito edile da più di 40 anni, la società è presente sul mercato con diverse tipologie di botole di ispezione.

Botole standard

Ecco le 6 botole standard presenti all’interno del catalogo Dakota:

  • Plastic Line Prime: si compone di una cornice ad appoggio e di uno sportello dal profilo stondato. È realizzata in Abs effetto bianco lucido. L’apertura e la chiusura sono a pressione. Sei gli articoli proposti da Dakota, con dimensioni che variano da 165 x 165 a 305 x 305 millimetri (sei sono i pezzi di ciascuna confezione);

  • Il portello di ispezione Alulight Hydro è dotato di telaio in alluminio ed è indicato per ambienti umidi; il pannello è sganciabile con dispositivo anticaduta e chiusura a scatto nascosta. Dakota propone cinque differenti articoli, di dimensioni variabili da 200 x 200 a 600 x 600 millimetri (spessore 12,5 millimetri);

  • AluHydro senza stucco è indicato per i locali umidi. Il telaio e il pannello sono in lamiera zincata preverniciata di colore bianco. È dotato di guarnizione in gomma antipolvere e di pannello sganciabile manualmente, con cavo e moschettoni in acciaio (o chiusura a scatto). Otto gli articoli del catalogo Dakota, di dimensioni variabili: da 200 x 200 a 800 x 800 millimetri;

  • Anche la botola di ispezione AluHydro White senza stucco è adatta per locali umidi. È disponibile con telaio e supporto preverniciato bianco. Ha una guarnizione antipolvere e pannello sganciabile manualmente, con cavo e moschettone (o chiusura a scatto). È utilizzato per controsoffitti, pareti e contropareti. Otto gli articoli, con dimensioni che variano da 200 x 200 a 800 x 800 millimetri;

  • Projectline senza stucco viene posata a filo. È dotata di guarnizione in poliuretano e il pannello è sganciabile con chiusura a scatto. Il telaio è in alluminio e il pannello è in cartongesso con fissaggio senza viti. Viene impiegata per controsoffitti e pareti. Cinque gli articoli, di dimensioni variabili da 200 x 200 a 600x 600 millimetri (spessore di 12,5 millimetri);

  • Softline Comfort è uno sportello zincato preverniciato di colore bianco, con anta ad apertura e chiusura a pressione, sganciabile, installabile con apertura a sinistra o a destra. Viene utilizzato per controsoffitti, pareti e contropareti. Sette gli articoli, di dimensioni variabili da 150 x 150 a 600 x 600 millimetri.

Botole resistenti al fuoco

Dakota presenta all’interno del catalogo anche una linea di botole di ispezione resistenti al fuoco:

  • FireProtect-SW 60: botola utilizzata per applicazioni in pareti di rivestimento in cartongesso. Realizzata in lamiera di acciaio zincato con pannello posteriore in lana di roccia resistente al fuoco, ha un telaio pensato appositamente per resistere al fumo;

  • Alumatic One Side: è concepita principalmente per controsoffitti ignifughi autoportanti con protezione antincendio EI30, EI60 e EI90. Realizzata con un telaio in alluminio con rivestimento intumescente, è caratterizzata da un coperchio con due lastre in cartongesso resistenti al fuoco;

  • Alumatic Dual Side: botola utilizzata per controsoffitti autoportanti (protezione antincendio EI30, EI60 e EI90). Si compone di un telaio con pannello in cartongesso resistente al fuoco e ha una chiusura a scatto nascosta;

  • AluProtect: resistente al fuoco 30 minuti, è composta da telaio in alluminio e pannello in cartongesso resistente al fuoco. Si utilizza per controsoffitti autonomi con protezione antincendio EI30;

  • SecuTecna EI120: resistente al fuoco 120 minuti, è uno sportello con protezione antincendio incorporata e chiusura a chiave. Ha telaio in alluminio con rivestimento intumescente e pannello in cartongesso resistente al fuoco e viene utilizzata per controsoffitti con protezione antincendio EI120;

  • AluSpeed EI90 ermetica: resistente al fuoco 90 minuti, non ha viti a vista, ha chiusura a chiave con impronta quadrata ed è omologata secondo EN 1364-1e EN 1363-1;

  • AluRapid: resistente al fuoco 30/90 minuti, è caratterizzata dalla sua chiusura automatica con impugnatura. Con telaio in alluminio, pannello in cartongesso e protezione resistente al fuoco, si utilizza in pareti di pozzi con protezione antincendio EI30/EI90;

  • Alumatic: resistente al fuoco 30/90 minuti, ha protezione antincendio su entrambi i lati e chiusura a scatto non a vista. È omologata secondo la norma DIN 4102-2 o DIN EN 1364-1 e si utilizza in pareti di diverso tipo con classe di resistenza al fuoco EI30/EI90.
<script> (function () { window.addEventListener('load', function () { setTimeout(function () { var xhr = new XMLHttpRequest(); xhr.open('POST', '/_hcms/perf', true /*async*/); xhr.setRequestHeader("Content-type", "application/json"); xhr.onreadystatechange = function () { // do nothing. }; var connection = navigator.connection || navigator.mozConnection || navigator.webkitConnection; function populateNetworkInfo(name, connection, info) { if (name in connection) { info[name] = connection[name]; } } var networkInfo = {}; if (connection) { ['type', 'effectiveType', 'downlink', 'rtt'].forEach(function(name) { populateNetworkInfo(name, connection, networkInfo); }); } var perfData = { url: location.href, portal: 3077106, content: 59746804502, group: -1, connection: networkInfo, timing: performance.timing }; xhr.send(JSON.stringify(perfData)); }, 3000); // Execute this 3 seconds after onload. }); })(); </script> <script> var hsVars = hsVars || {}; hsVars['language'] = 'it'; </script> <script src="/hs/hsstatic/cos-i18n/static-1.53/bundles/project.js"></script>