Dichiarazione di Prestazione DoP: specifiche e obblighi

La Dichiarazione di Prestazione (DoP) è un documento introdotto dalla normativa europea che accompagna obbligatoriamente la marcatura CE per il materiale da costruzione. 
Ma cos'è il DoP esattamente? Quali informazioni contiene e a cosa serve? Quando è obbligatoria e quali prodotti devono averla? 

In questo articolo approfondiremo in dettaglio cos'è la Dichiarazione di Prestazione, qual è il suo contenuto, quando è obbligatoria e per quali prodotti, quali sono le conseguenze della mancata redazione e le differenze con la Dichiarazione di Conformità. 
Analizzeremo anche come si redige correttamente la DoP e come deve essere strutturata secondo la normativa europea. 
L’articolo si rivolge a tutti gli operatori del settore edile: produttori, progettisti, direttori lavori, imprese e installatori. Conoscere la DoP è fondamentale per operare nel rispetto delle normative e garantire prodotti sicuri e di qualità

Cos'è la Dichiarazione di Prestazione DoP

La Dichiarazione di Prestazione, abbreviata in DoP (dall'inglese Declaration of Performance), è un documento introdotto dal Regolamento Europeo 305/2011 (noto come CPR) relativo ai prodotti da costruzione. 
La DoP contiene una serie di informazioni sul prodotto e sul produttore e dichiara le prestazioni del prodotto stesso rispetto alle sue caratteristiche essenziali, facendo riferimento alle norme armonizzate europee applicabili. 
In sostanza, la Dichiarazione di Prestazione: 
  • Accompagna obbligatoriamente la marcatura CE per i prodotti da costruzione Viene redatta e rilasciata dal produttore che si assume la responsabilità della conformità del prodotto 
  • Riporta le caratteristiche tecniche e prestazionali del prodotto secondo le norme armonizzate 
  • Serve a dimostrare la rispondenza del prodotto ai requisiti europei

La DoP deve essere messa a disposizione del cliente che acquista il prodotto e resa disponibile alle autorità di sorveglianza del mercato su richiesta. Sostituisce la precedente Dichiarazione di Conformità introdotta dalla Direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE.

Differenza tra DoP e Dichiarazione di Conformità

Prima dell'entrata in vigore del Regolamento Europeo 305/2011, i prodotti da costruzione erano accompagnati dalla Dichiarazione di Conformità (DoC) alla Direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE. 
Quali sono le principali differenze tra la Dichiarazione di Prestazione e la Dichiarazione di Conformità? 

  • La DoP contiene i valori delle prestazioni del prodotto secondo le norme armonizzate dell’unione europea; la DoC indicava solo genericamente la conformità del prodotto. 
  • La DoP fa riferimento al Regolamento UE 305/2011; la DoC faceva riferimento alla precedente Direttiva 89/106/CEE. 
  • Con la DoP il produttore si assume la responsabilità civile e penale della conformità del prodotto; con la DoC non vi era questa responsabilità diretta. 
  • La DoP è più dettagliata e trasparente rispetto alla DoC e contiene dati tecnici a garanzia dell'utilizzatore. 
  • La DoP è obbligatoria per l'apposizione della marcatura CE; la DoC poteva non essere resa pubblica. 

In sostanza, la Dichiarazione di Prestazione rappresenta un'evoluzione normativa verso una maggiore responsabilizzazione del produttore e trasparenza verso il cliente finale. 

A cosa serve la Dichiarazione di Prestazione

La Dichiarazione di Prestazione serve principalmente a: 
  • Attestare le prestazioni del prodotto rispetto alle sue caratteristiche essenziali, come definite dalle norme tecniche armonizzate europee applicabili al prodotto stesso 
  • Dimostrare la conformità del prodotto ai requisiti stabiliti dal Regolamento Europeo sui prodotti da costruzione 305/2011 (CPR) 
  • Fornire informazioni sul prodotto, sul produttore e sugli usi previsti in modo trasparente per il cliente 
  • Assumere la responsabilità da parte del produttore sulla conformità del prodotto a quanto dichiarato 
  • Facilitare la libera circolazione dei prodotti nel mercato unico europeo garantendo qualità e prestazioni uniformi 

La presenza della DoP garantisce al cliente o utilizzatore finale che il prodotto è stato testato e presenta determinate caratteristiche tecniche e livelli prestazionali in base a standard
condivisi e normati. In questo modo si evitano interpretazioni e si garantisce qualità e sicurezza.

Quali informazioni contiene la Dichiarazione di Prestazione 

Secondo l'Allegato III del Regolamento Europeo 305/2011, la Dichiarazione di Prestazione deve contenere le seguenti informazioni principali: 

  • Identificazione del prodotto da costruzione (nome, codice identificativo, ecc.).
  • Riferimento al numero di tipo, lotto o serie che consenta l'identificazione del prodotto.
  • Usi previsti per il prodotto, in riferimento alle specifiche tecniche armonizzate UNI EN applicabili.
  • Nome, ragione sociale e indirizzo del produttore.
  • Sistema di valutazione e verifica della costanza della prestazione (AVCP) applicato.
  • Prestazioni dichiarate, livelli e classi del prodotto rispetto alle caratteristiche essenziali previste dalle norme armonizzate.
  • Riferimento alle norme armonizzate o valutazioni tecniche europee utilizzate.
  • Se applicabile, nome e numero d’identificazione dell’organismo notificato coinvolto.
  • Firma, nome e funzione del firmatario che rilascia la dichiarazione per conto del produttore 

In sostanza, la DoP deve dimostrare chiaramente la conformità del prodotto fornendo tutte le informazioni sulle sue caratteristiche e prestazioni, oltre a garantire la rintracciabilità e l'assunzione di responsabilità da parte del produttore. 
Il linguaggio utilizzato deve essere preciso e comprensibile. La dichiarazione deve essere fornita nella lingua dello Stato membro in cui il prodotto sarà disponibile.

Quando è obbligatoria la Dichiarazione di Prestazione

La Dichiarazione di Prestazione è obbligatoria, in base al Regolamento Europeo 305/2011, per i seguenti prodotti da costruzione: 
  • Prodotti per i quali è stata pubblicata una norma armonizzata europea, una Valutazione Tecnica Europea o un documento per la valutazione europea 
  • Prodotti immessi sul mercato dell'Unione Europea 
  • Prodotti marcati CE (la DoP è un prerequisito della marcatura CE) 

In sostanza, per qualsiasi prodotto da costruzione coperto da una normativa europea armonizzata e marcato CE, è obbligatorio che il produttore rediga e fornisca la Dichiarazione di Prestazione prima che il prodotto sia immesso sul mercato. 
L'obbligo è entrato in vigore il 1° luglio 2013 insieme al Regolamento Europeo 305/2011, che ha abrogato la Direttiva 89/106/CEE sui prodotti da costruzione introducendo la DoP al posto della precedente Dichiarazione di Conformità.
La mancata redazione della DoP, quando obbligatoria, comporta sanzioni amministrative e penali per il produttore oltre al ritiro e sequestro dei prodotti privi di DoP.

Per quali prodotti edili è obbligatoria la Dichiarazione di Prestazione

La Dichiarazione di Prestazione è obbligatoria per i seguenti prodotti edili, elencati in modo non esaustivo: 

  • Laterizi, blocchi, mattoni, tegole ed elementi di muratura 
  • Calcestruzzo, malte e acciai da costruzione 
  • Membrane, pannelli isolanti e impermeabilizzanti 
  • Infissi, porte, finestre, facciate continue 
  • Pavimenti e rivestimenti ceramici 
  • Tubi e raccordi per impianti idro-termo-sanitari 
  • Apparecchiature idro-termo-sanitarie (caldaie, scaldacqua, radiatori) 
  • Ascensori, montacarichi, scale mobili 
  • Prodotti e sistemi per la protezione antincendio 
  • Prodotti per coperture, lattonerie e impermeabilizzazioni 
  • Segnaletica e attrezzature stradali 
  • Geotessili e geomembrane 
  • Materiali e prodotti per l'isolamento termico e acustico 
  • Leganti, additivi e malte per usi strutturali 
In sostanza, la DoP deve accompagnare tutti i materiali e prodotti destinati ad essere incorporati permanentemente nelle opere di costruzione, sia edilizia civile che infrastrutturale. 
Sono esclusi i prodotti artigianali o su misura che rientrano nella categoria delle opere di 'edilizia non in serie'.

Casi in cui la Dichiarazione di Prestazione non è obbligatoria

In alcuni casi, la redazione e il rilascio della Dichiarazione di Prestazione non sono obbligatori. Questo avviene tipicamente quando il prodotto: 

  • Non è coperto da alcuna norma tecnica armonizzata europea 
  • È realizzato in materiali non soggetti a norme armonizzate 
  • È destinato ad uso privato e non commerciale 
  • È progettato su misura o personalizzato (edilizia non in serie) 
Viene incorporato nell'opera in modo non permanente o è destinato ad essere sostituito
Rientra nell’ambito del Regolamento sui Prodotti da Costruzione ma è escluso dal suo campo di applicazione 
In sostanza, ovunque il prodotto esuli dal campo di applicazione del Regolamento Europeo 305/2011 e dalle norme armonizzate, non vi è obbligo di redigere e fornire la Dichiarazione di Prestazione.

Conseguenze della mancata redazione della DoP

La mancata redazione e messa a disposizione della Dichiarazione di Prestazione, quando obbligatoria, comporta per il produttore una serie di conseguenze: 

  • Sanzioni amministrative pecuniarie, che in Italia possono arrivare fino a 24.000 euro in base al D.Lgs 106/2017 
  • Sanzioni anche per il direttore lavori e l'installatore che impiegano prodotti privi di DoP 
  • Possibilità di incorrere in reati penali per frode in commercio o uso di segni mendaci
  • Ritiro e sequestro dei prodotti privi di certificato DoP da parte delle autorità di controllo
  • Impossibilità per il progettista di prescrivere prodotti senza DoP 
  • Problemi di responsabilità civile in caso di danni da prodotti non conformi 

In sostanza, commercializzare prodotti da costruzione senza la certificazione DoP, quando richiesta dalla normativa, espone il produttore a rischi legali e normativi rilevanti. 
La mancata DoP certificazione equivale ad una forma di concorrenza sleale verso chi opera nella legalità. Per questo le autorità effettuano controlli e comminano sanzioni.

Come si redige la Dichiarazione di Prestazione

Per redigere correttamente il modello Dichiarazione di Prestazione DoP, il produttore deve seguire le prescrizioni del Regolamento Europeo 305/2011 e in particolare i contenuti previsti nell'Allegato III
Ecco le fasi principali: 
  • Individuare le caratteristiche essenziali del prodotto in base alle norme armonizzate pertinenti 
  • Determinare le prestazioni del prodotto rispetto a ciascuna caratteristica tramite test e calcoli 
  • Scegliere il sistema AVCP (valutazione e verifica della costanza della prestazione) applicabile 
  • Seguire il modello e le istruzioni dell’Allegato III del Regolamento 
  • Redigere la dichiarazione nella lingua richiesta dallo Stato di commercializzazione Aggiornare la DoP se intervengono modifiche rilevanti nella produzione

La Dichiarazione DoP deve contenere le seguenti informazioni principali: 
  • Identificazione del prodotto e del produttore 
  • Usi previsti e caratteristiche essenziali 
  • Sistema di valutazione e verifica della costanza della prestazione (AVCP)
  • Riferimenti alle norme armonizzate e all’organismo notificato, se applicabile Prestazioni dichiarate rispetto alle caratteristiche essenziali 

Il produttore deve inoltre conservare la documentazione tecnica relativa al prodotto e alla DoP per 10 anni dall'immissione sul mercato.

Differenze tra DoP e marcatura CE

Dichiarazione di Prestazione e marcatura CE sono obbligatorie per i prodotti da costruzione immessi sul mercato europeo, ma esistono alcune differenze: 
  • La DoP dichiara le prestazioni tecniche specifiche del prodotto; la marcatura CE attesta la conformità generale ai requisiti essenziali. 
  • La DoP è regolata dal Regolamento UE 305/2011; la marcatura CE dalla Direttiva Prodotti da Costruzione e dalle norme armonizzate. 
  • Con la DoP il produttore si assume la responsabilità civile e penale; la marcatura CE è una autodichiarazione di conformità. 
  • Per alcuni prodotti la marcatura CE richiede anche la certificazione di un organismo notificato; la DoP no. 
  • La DoP deve essere redatta nella lingua dello Stato di commercializzazione; la marcatura CE è uguale per tutta Europa. 

In sintesi, la DoP accompagna la marcatura CE e sono complementari: la prima dichiara nel dettaglio prestazioni e caratteristiche tecniche, la seconda garantisce la conformità generale alle normative. Entrambe sono obbligatorie per i prodotti immessi sul mercato europeo.

Conclusioni

La Dichiarazione di Prestazione (DoP) è un documento fondamentale introdotto dalla normativa europea sui prodotti da costruzione per garantire qualità, prestazioni e sicurezza dei prodotti immessi sul mercato. 
La DoP serve a dichiarare le caratteristiche tecniche e prestazionali dei prodotti in riferimento a standard condivisi e a norme armonizzate. Consente la libera circolazione nel mercato unico europeo e tutela gli utilizzatori finali. 
Il produttore è tenuto a redigerla e a renderla disponibile per tutti i prodotti coperti da norme armonizzate e marcatura CE, assumendosi le responsabilità civili e penali collegate.
La mancata DoP, quando obbligatoria, comporta sanzioni e sequestri oltre a creare problemi nella catena di fornitura. Conoscere la corretta applicazione di questo documento è fondamentale per chi opera nel settore delle costruzioni. 

<!-- HubSpot performance collection script --> <script defer src="https://static.hsappstatic.net/content-cwv-embed/static-1.717/embed.js"></script> <script> var hsVars = hsVars || {}; hsVars['language'] = 'it'; </script> <script src="/hs/hsstatic/cos-i18n/static-1.53/bundles/project.js"></script>