Fornitore di materiale da costruzione, non sono tutti uguali: quale scegliere?

Parlare di scelta di fornitori di materiale da costruzione è uno di quegli argomenti che, a seconda dei punti di vista, accendono una forte competitività o si risolvono con una comune definizione che mette tutti d’accordo: “Tanto sono tutti uguali”.

In realtà non è così: un fornitore è una risorsa fondamentale per vendere di più e tenere i clienti fidelizzati. Naturalmente, i fornitori non sono tutti uguali, proprio come non lo sono i rivenditori. Ciò che li contraddistingue è il valore aggiunto che portano all'impresa cliente.

Una rivendita di materiali per l’edilizia è essa stessa un fornitore di prodotti e servizi e si propone di diventare il “migliore” fornitore per i suoi clienti. Per farlo, è importante che la rivendita scelga a sua volta un fornitore edile di qualità, in grado di rifornire il magazzino con i prodotti più richiesti dai clienti.

Come individuare il fornitore ideale? Scopriamolo insieme.

 

Cerchi un fornitore edile per ampliare l’offerta di magazzino? Aumenta le vendite con Dakota: contattaci subito!

 

Fornitore di materiale da costruzione: come sceglierlo

Per individuare il fornitore di materiale da costruzione giusto è indispensabile costruire un sistema per valutare, controllare e rivalutare i fornitori. Si tratta di un’analisi semplice: ecco qualche spunto per svolgerla al meglio.

 

1. I requisiti fondamentali di un fornitore edile

Definire i requisiti non è altro che la risposta alla domanda: come dovrebbe essere il mio fornitore ideale? Ecco le caratteristiche da valutare:

  • Disponibilità di numerosi prodotti a catalogo;
  • Prodotti di qualità elevata con certificazioni;
  • Rapporto qualità/prezzo vantaggioso;
  • Possibilità di pagamento dilazionato;
  • Tempi di risposta, gestione e consegna brevi e disponibilità sul territorio.

Per scegliere, si consiglia di creare una lista di alcuni elementi chiave per queste categorie e assegnare delle classi di punteggio ai fornitori in competizione.

 

2. Fornitori edili: classificazione e valutazione

Le attività storiche hanno una rete di fornitori piuttosto ampia: una valutazione dettagliata di tutti potrebbe richiedere troppo tempo. Per questo è importante partire con una prima classificazione dei fornitori e approfondire l’analisi solo di quelli realmente interessanti. Una classificazione tipica è quella in: 

  • Fornitori dei prodotti/servizi a maggior utilizzo;
  • Fornitori abituali o storici;
  • Fornitori qualificati con riserva, ossia fornitori che garantiscono standard di qualità ritenuti adeguati in molti aspetti, ma che peccano in alcuni (pochi) altri;
  • Fornitori sospesi;
  • Fornitori non qualificati;
  • Fornitori nuovi e potenziali.

 

3. Come valutare i fornitori di materiale da costruzione

Con un questionario da far compilare periodicamente al personale della rivendita per assegnare un punteggio e valutare le prestazioni del fornitore (ogni 6 mesi oppure a distanza di un anno). 

Le domande possono riguardare diversi aspetti:

  • Aderenza del prodotto/servizio alle specifiche tecniche;
  • Rispetto dei termini di consegna;
  • Qualità del prodotto/servizio fornito;
  • Disponibilità di documentazione relativa al prodotto (con particolare riguardo alla marcatura CE / D.O.P. dichiarazioni di prestazione) e/o al processo (con particolare riguardo alla certificazione secondo ISO9000);
  • Completezza della documentazione fornita;
  • Prezzo / oscillazioni rispetto ad altri prodotti aventi le medesime caratteristiche;
  • Condizioni di pagamento;
  • Disponibilità e competenza del personale di vendita (Agente o Funzionario);
  • Disponibilità di struttura post-vendita.

Altre valutazioni possono riguardare:

  • Eventuale esclusività del prodotto fornito;
  • Disponibilità per interventi urgenti;
  • Reperibilità sul territorio;
  • Servizio di assistenza tecnica;
  • Flessibilità;
  • Capacità economico-finanziarie;
  • Ampiezza del catalogo prodotti offerto.

 

4. Hai trovato il fornitore di materiale edile più vicino a te?

Una volta completate le valutazioni, si può procedere con la decisione vera e propria:

  • Un fornitore con un punteggio alto va premiato assegnandogli lavori o ordini aggiuntivi: il vantaggio è per entrambi;
  • Quando il punteggio è basso, si può contattare il fornitore e cercare di trovare un modo di migliorare i punti critici o, infine, cercare altrove. 

Collabora con nuovi rivenditori di materiali edili

Il questionario di cui abbiamo parlato ti ha aiutato a chiarire quali elementi chiave deve avere un fornitore edile? Ora puoi utilizzare queste informazioni per ampliare le relazione commerciali e trovare nuovi fornitori di qualità.

<script> (function () { window.addEventListener('load', function () { setTimeout(function () { var xhr = new XMLHttpRequest(); xhr.open('POST', '/_hcms/perf', true /*async*/); xhr.setRequestHeader("Content-type", "application/json"); xhr.onreadystatechange = function () { // do nothing. }; var connection = navigator.connection || navigator.mozConnection || navigator.webkitConnection; function populateNetworkInfo(name, connection, info) { if (name in connection) { info[name] = connection[name]; } } var networkInfo = {}; if (connection) { ['type', 'effectiveType', 'downlink', 'rtt'].forEach(function(name) { populateNetworkInfo(name, connection, networkInfo); }); } var perfData = { url: location.href, portal: 3077106, content: 5246003062, group: -1, connection: networkInfo, timing: performance.timing }; xhr.send(JSON.stringify(perfData)); }, 3000); // Execute this 3 seconds after onload. }); })(); </script> <script> var hsVars = hsVars || {}; hsVars['language'] = 'it'; </script> <script src="/hs/hsstatic/cos-i18n/static-1.53/bundles/project.js"></script>