Grondaia in PVC, rame, alluminio: guida alla scelta

In edilizia, alcune delle patologie che affliggono gli edifici dipendono dalla cattiva progettazione e installazione del sistema di smaltimento delle acque, in particolare dei cosiddetti sistemi aggiuntivi come le grondaie e i pluviali.

In particolare, i canali di gronda sono strumenti indispensabili in quanto consentono di gestire il flusso dell’acqua piovana e indirizzarlo nei punti di raccolta corretti, senza correre rischi.

Come accade per la scelta della maggior parte dei materiali edili, anche quando si parla di grondaie è fondamentale valutare attentamente quale sia il modello e il materiale più adatto. Scopriamo quali sono le caratteristiche delle grondaie in PVC, alluminio, rame, zinco e come scegliere le migliori.

 

Cerchi un fornitore edile per ampliare l’offerta di magazzino? Scopri i prodotti Dakota dedicati al tetto: contattaci subito!

 

L'importanza del sistema grondaia

La grondaia è una parte fondamentale del Sistema Tetto. Perché? Un’errata realizzazione del sistema grondaia può comportare:

  • Il percolamento dell’acqua piovana sulle pareti esterne degli edifici;

  • L’infiltrazione dell’acqua nelle murature;

  • L’ammaloramento e il degrado delle murature interne ed esterne.

Onde evitare tale esito, anche se si tratta di lavorazioni che rientrano nella prassi e nella tradizione costruttiva, occorrono un’attenta progettazione e una puntuale scelta dei materiali.

 

Grondaie in PVC, alluminio, rame, acciaio e zinco: cosa offre il mercato

Le grondaie possono essere realizzate in materiali differenti e la scelta dipende inevitabilmente dalle caratteristiche dell’edificio su cui vanno installate. 

Di seguito le tipologie più impiegate.

 

Grondaie in alluminio: caratteristiche e vantaggi

L’alluminio è un materiale dalla lavorazione semplice e per questo rappresenta una delle alternative più comuni sul mercato. Ecco le caratteristiche principali delle grondaie in acciaio:

  • Presenti in numerosi profili (l’alluminio è facilmente modellabile) e con una vasta gamma di colori;
  • Sono resistenti e non si ossidano;
  • Sono leggere e non caricano la copertura;
  • Sono di facile pulizia e non necessitano di particolare manutenzione;
  • Il suo costo è maggiore rispetto agli altri materiali, soprattutto quando è colorato o profilato.

L’acciaio inox ha nella resistenza e nella robustezza i suoi principali punti di forza, ma risulta più duro e difficile da lavorare. Da un punto di vista estetico non è particolarmente versatile.

Grondaie in acciaio: caratteristiche e vantaggi

L’acciaio rappresenta una buona sintesi tra convenienza, resistenza e funzionalità. Esistono due tipologie di grondaie in acciaio:

  • Grondaie in acciaio galvanizzato: economiche, resistenti e semplici da montare. Infatti, per assemblare i vari elementi è sufficiente utilizzare guarnizioni al silicone;

  • Grondaie in acciaio laccato: più costose rispetto a quelle in acciaio galvanizzato in quanto presentano una resa estetica migliore e numerosi effetti decorativi.

 

Grondaie in lamiera zincata: caratteristiche e vantaggi

Lo zinco, grazie alla sua adattabilità, è tra i materiali più utilizzati. Ecco le caratteristiche distintive delle grondaie in lamiera zincata:

  • La zincatura evita la formazione di ruggine;
  • Sono resistenti ad agenti atmosferici, salsedine e inquinamento;
  • Sono poco costose e possiedono una buona durata nel tempo;
  • Vengono fissate tramite bulloni;
  • Sono economiche.

Questi tipi di grondaie, a causa del trattamento di zincatura a cui vengono sottoposte, non possono essere saldate, altrimenti perderebbero la loro funzione protettiva. Infatti, gli elementi vengono fissati tra di loro tramite bullonatura o rivettatura.

Inoltre, essendo la lamiera zincata un materiale molto flessibile, a causa di fenomeni atmosferici come la grandine può essere soggetta a possibili ammaccature.

 

Grondaie in rame: caratteristiche e vantaggi

Anche le grondaie in rame sono particolarmente diffuse nel mercato edile. Ecco le loro caratteristiche:

  • Il rame è un materiale duraturo grazie anche al processo di ossidazione che ne protegge le parti;
  • Sono grondaie dall’ottima resa estetica;
  • Sono piuttosto costose, fattore compensato dalla lunga durata nel tempo;
  • Si adattano ad ogni tipologia di edificio;
  • Si ossida nel tempo creando una patina protettiva in superficie.

Nelle grondaie in rame, con il passare degli anni, si può creare una patina protettiva derivante dalla costante esposizione agli agenti atmosferici. Questo fenomeno dell'ossidazione naturale, necessita nel tempo di eventuali interventi di ripristino estetico.

Inoltre, occorre ricordare che il rame è soggetto a una sempre più crescente attività di furto, ciò è da tenere in considerazione in fase di scelta.

 

Grondaie in plastica (PVC): caratteristiche e vantaggi

Le grondaie in PVC sono attualmente tra le più utilizzate in quanto garantiscono una serie di vantaggi:

  • La plastica è maneggevole e di facile montaggio;
  • Resiste all’usura e alle intemperie;
  • È un materiale personalizzabile e disponibile in numerosi colori;
  • È un materiale semplice da tagliare: si possono realizzare grondaie di diverse forme in modo semplice;
  • Le grondaie in PVC non necessitano di particolare manutenzione;
  • È un materiale completamente riciclabile;
  • È un materiale particolarmente economico.

 

Perché scegliere una grondaia in PVC?

Per la sua resistenza alla corrosione, il PVC è particolarmente indicato nelle zone marine, dove la salsedine attacca le tubazioni e rischia di danneggiare gli elementi in prossimità delle guarnizioni.

È un materiale totalmente atossico che, senza essere trattato, garantisce nel tempo elevate prestazioni, mantenendo l'estetica originaria.

Il montaggio di una grondaia in PVC è alquanto semplice, con tempi di posa particolarmente ridotti.

Tra i vantaggi principali, occorre, inoltre, ricordare la possibilità di realizzare grondaie in PVC in qualsiasi colore, imitando anche i vari tipi di metallo e rendendo possibile in tal modo soluzioni estetiche molto gradevoli.

Infine, il sistema grondaia PVC, atossico e ignifugo, è in grado di offrire un'ottima resistenza termica, notevolmente più elevata di tutti gli altri materiali utilizzati per il deflusso delle acque meteoriche.

 

Grondaia in PVC, rame, plastica: quale scegliere?

La scelta del tipo di materiale dipende da diversi fattori: economici, estetici, tecnici, operativi, climatici e geografici.

Negli interventi di grandi dimensioni è opportuno procedere a una verifica costi/benefici, dove il costo e la durata nel tempo diventano fattori determinanti della scelta.

In altri casi, a prevalere possono essere motivazioni di carattere tecnico legate ad esigenze di rapidità di installazione. Infine, in altri casi ancora, possono prevalere esigenze di carattere strettamente economico: in questi due ultimi casi, la scelta del PVC risulta sempre la più indicata.

 

Le grondaie di Dakota Group

L’offerta commerciale di Dakota Group si compone di due differenti sistemi di gronda in PVC (G125 e G80) e sei prodotti complessivamente. I sistemi si compongono di:

  • Grondaia in PVC, per la raccolta e lo smaltimento delle acque meteoriche;

  • Tubo, per smaltire le acque nella rete di scarico;

  • Accessori, per raccordare la grondaia al tubo e il tubo ad altro tubo.

Sistema Gronda G125

Questo sistema è interamente realizzato in PVC ed è resistente ai raggi ultravioletti:

  • La grondaia ha un diametro di 125 millimetri; 
  • Il tubo ha un diametro di 80 millimetri;
  • Gli accessori sono in PVC e sono resistenti ai raggi ultravioletti.

Sistema Gronda G80

Questo sistema è interamente realizzato in PVC ed è resistente ai raggi ultravioletti:

  • La grondaia ha un diametro di 80 millimetri; 
  • Il tubo ha un diametro di 50 millimetri;
  • Gli accessori sono in PVC e sono resistenti ai raggi ultravioletti.
<!-- HubSpot performance collection script --> <script defer src="https://static.hsappstatic.net/content-cwv-embed/static-1.840/embed.js"></script> <script> var hsVars = hsVars || {}; hsVars['language'] = 'it'; </script> <script src="/hs/hsstatic/cos-i18n/static-1.53/bundles/project.js"></script>