Profilo gocciolatoio balcone: guida all'uso e installazione

Quando si parla di posa di pavimenti in spazi esterni come terrazze e balconi, esistono problemi che all’interno dell’edificio non incontriamo. Basti pensare al deflusso dell’acqua piovana, che potrebbe accumularsi sulla superficie da pavimentare, o ancora alle infiltrazioni e alla finitura dei bordi esterni.

Qui entrano in gioco i profili gocciolatoi per balconi. Scopriamo di più su questi accessori e sulla loro funzione nella posa di pavimenti di balconi e terrazzi.

 

Cerchi un fornitore edile per ampliare l’offerta di magazzino? Scopri i prodotti Dakota: contattaci subito!

 

Un problema da risolvere: le infiltrazioni nei balconi

I balconi e i terrazzi sono superfici regolarmente esposte agli agenti atmosferici e per questo sono soggetti ai tipici fenomeni di degrado causati dall’acqua piovana e dal freddo. Questi fenomeni influiscono inevitabilmente sulla superficie e di conseguenza sulla posa di un eventuale pavimento.

In genere, il danno che si registra con maggior frequenza riguarda la formazione di crepe e fessurazioni nel pavimento, causata principalmente dall’accumulo di acqua e dall’eccesso di umidità, fattori molto nocivi per la soletta di un balcone.

Per questo, soprattutto durante la stagione invernale o con le piogge primaverili, balconi e terrazzi devono avere un’adeguata protezione dall’acqua piovana: i profili con gocciolatoio per balcone servono proprio per rispondere a questa esigenza.

 

Che cos'è un profilo gocciolatoio per balcone e a cosa serve

I profili per balconi e terrazzi con gocciolatoio sono accessori necessari per la posa di un pavimento in queste aree in quanto:

  • Impediscono l’accumulo di acqua piovana e consentono all’acqua di defluire correttamente senza penetrare all’interno della superficie causando spiacevoli problematiche.;
  • Proteggono soletta e piastrelle esterne dall’umidità e da eventuali infiltrazioni, causa di formazione di crepe e fessurazioni;
  • Forniscono una finitura di protezione ai davanzali e ai bordi dei balconi;
  • Sono utilizzati anche come elementi di rifinitura per migliorare l’estetica dei balconi: ne esistono di diverse altezze e di vari colori.

Come funzionano i profili per balcone? Semplicemente proteggono i bordi esterni di balconi e terrazze, in particolare in prossimità del fronte della soletta, evacuando l’acqua in modo corretto e graduale grazie ad uno spigolo detto gocciolatoio, con un’inclinazione studiata appositamente per portare l’acqua verso l’esterno.

 

Profili gocciolatoi in alluminio, rame, PVC: i diversi materiali 

Il mercato offre diversi tipi di profili per balconi e, a seconda di specifiche esigenze, anche diverse tipologie di materiali:

  • Profilo gocciolatoio in alluminio: è attualmente il materiale più utilizzato per la realizzazione dei profili perimetrali. Grazie alla sua scarsa capacità di corrosione, che viene accentuata con trattamenti specifici, risulta essere molto resistente, durevole ed anche economico (se paragonato ad altre tipologie di materiale). È tra le migliori alternative sul mercato;
  • Profilo gocciolatoio in rame: un’altra tipologia molto utilizzata per la sua facilità di installazione e robustezza. Soffre però il fenomeno dell’ossidazione naturale in quanto, col passare degli anni e a causa degli agenti atmosferici, andrà a creare una patina protettiva sulla sua superficie rendendola esteticamente poco gradevole. Inoltre il rame è un materiale particolarmente costoso;
  • Profilo gocciolatoio in acciaio o zinco titanio: sono fra i materiali più resistenti alla deformazione e corrosione, per questo garantiscono una notevole durabilità,  ma sono anche i più costosi in assoluto;
  • Profilo gocciolatoio in PVC: il  perfetto compromesso tra funzionalità e convenienza. Possiedono una grande resistenza alle intemperie, ma sono meno resistenti all’usura rispetto ai precedenti.
  • Profilo gocciolatoio in marmo-resina: possiedono un’eccellente resistenza agli urti e all’acqua. Inoltre, grazie alla vasta scelta di finiture disponibili, vengono considerati un’ottima soluzione dal punto di vista estetico. Non sono particolarmente economici.

Il costo del gocciolatoio per terrazzo dipende inevitabilmente dal materiale di realizzazione, unito naturalmente ai costi di manodopera. 

 

I diversi tipi di profili gocciolatoi per balcone: sistemi semplici e soluzioni più innovative ed efficaci

Sul mercato esistono diverse tipologie di profili per balcone, che si differenziano in base alla forma, al materiale e alla funzione che devono svolgere. La soluzione più tradizionale è il profilo gocciolatoio a rompigoccia, ovvero una scossalina, realizzata in rame, in acciaio o in lamiera zincata, da posizionare ai lati della soletta, lungo il perimetro del frontalino, per interrompere il flusso dell’acqua. Si utilizza spesso nei balconi con ringhiera.

Ma, non esistono esclusivamente profili per balconi con gocciolatoio. Esistono anche profili di finitura semplice, ovvero senza parte di fissaggio orizzontale e vengono applicati con appositi collanti sulla parte frontale dei bordi delle piastrelle esterne. Sono  per questo utilizzati esclusivamente a scopo protettivo ed estetico.

Non solo profili: i gocciolatoi per balconi in muratura

Esistono anche gocciolatoi per balconi con funzione dedicata solo al deflusso d’acqua. Non parliamo di profili, ma di veri e propri accessori a forma di tubo (chiuso o aperto), in grado di far defluire correttamente l’acqua dal balcone o dalla terrazza con parapetto in muratura. Ecco qualche esempio:

  • Gocciolatoio a grondaia
    È una versione elaborata in cui il gocciolatoio rompigoccia indirizza l’acqua all’interno di una grondaia (anziché verso l’esterno). Di piccole dimensioni, è collocato sulla faccia anteriore della soletta del balcone o del terrazzo.

  • Gocciolatoio passafuori
    È una soluzione, a forma di tubo o di U, che viene utilizzata nei balconi senza ringhiera, con parapetto in muratura. Questi balconi tendono ad accumulare l’acqua all’interno, dando vita all’effetto “piscina”. Il gocciolatoio passafuori, a forma di tubo, si posiziona a una quota leggermente inferiore a quella della pavimentazione del balcone e ha il compito di convogliare l’acqua all’esterno, evitando il ristagno.
    L’installazione di un gocciolatoio passafuori avviene solitamente in contemporanea alla realizzazione del parapetto in muratura del balcone: può capitare, in caso di ristagno dell’acqua dovuto ad una errata progettazione, che sia necessario realizzare uno o più fori nella muratura per ospitare uno o più gocciolatoi passafuori.

  • Barra gocciolatoio
    È un gocciolatoio realizzato in polistirolo espanso ad alta densità ricoperto da uno strato esterno di resina. La forma trapezoidale del profilo impedisce lo scorrimento dell’acqua lungo l’intradosso del balcone e la spinge verso l’esterno. Viene applicata sul profilo più esterno del frontalino del balcone.

I profili per balcone del catalogo Dakota

La produzione di gocciolatoi per balcone di Dakota si concentra su tipologie di prodotto ottime dal punto di vista funzionale, ma anche raffinate per l’aspetto estetico del terrazzo.

Quattro sono le tipologie di profili per balcone a catalogo:

Profilo per balcone orizzontale con gocciolatoio in alluminio, ottimo per la protezione e la finitura dei bordi esterni di terrazze e balconi e per il deflusso corretto delle precipitazioni. Si utilizza per lo più con piastrelle di spessore massimo 12 mm.

Profilo per balconi orizzontale in alluminio con funzione di protezione e finitura dei bordi esterni. Si utilizza per piastrelle o con spessore dai 10 ai 35 mm. La sua caratteristica distintiva è la sezione, che consente di utilizzarlo per proteggere bordi di marciapiedi o gradini nascondendo la giunzione tra alzata e pedata.

Profilo orizzontale per balcone con gocciolatoio, consigliato per piastrelle di spessore massimo 21 mm. Anch’esso realizzato in alluminio-magnesio-silicio, è disponibile nelle colorazioni grigio antico e grigio cenere.

Profilo per balconi in alluminio orizzontale, con funzione di protezione e finitura del bordo esterno e con fori dedicati allo scarico dell’acqua. Si utilizza con piastrelle di spessore massimo 12,5 mm.

 

A catalogo Dakota è presente anche una gamma di gocciolatoi per terrazze o balconi in muratura:

È un gocciolatoio di tipo aperto, realizzato in marmoplastica, utilizzato per il deflusso dell’acqua di balconi, tetti piani, pensiline ed elementi architettonici a sbalzo. È disponibile nei colori bianco, grigio o rosso mattone. 

È impermeabile ai liquidi e all’umidità, resiste al gelo, ha un’ottima tenuta agli agenti atmosferici e una messa in opera facilitata. Misura 27 centimetri: la sua particolare forma permette, con un semplice taglio, di ridurre la lunghezza a 23 centimetri.

Gocciolatoio di tipo chiuso, in marmoplastica, impiegato per il deflusso dell’acqua di balconi, tetti piani, pensiline ed elementi architettonici a sbalzo. È disponibile nei colori bianco, grigio o rosso mattone. 

È impermeabile ai liquidi e all’umidità, resiste al gelo, ha un’ottima tenuta agli agenti atmosferici e una messa in opera facilitata. Misura 27 centimetri: la sua particolare forma permette, con un semplice taglio, di ridurre la lunghezza a 23 centimetri.

Gocciolatoio di tipo aperto, in marmogres, impiegato per il deflusso dell’acqua di balconi, tetti piani, pensiline ed elementi architettonici a sbalzo. Disponibile nei colori bianco, grigio o rosso mattone. È impermeabile ai liquidi e all’umidità, resiste al gelo, ha un’ottima tenuta agli agenti atmosferici e una messa in opera facilitata.

Gocciolatoio di tipo chiuso, in marmogres, impiegato per il deflusso dell’acqua di balconi, tetti piani, pensiline ed elementi architettonici a sbalzo. Disponibile nei colori bianco, grigio o rosso mattone. È impermeabile ai liquidi e all’umidità, resiste al gelo, ha un’ottima tenuta agli agenti atmosferici e una messa in opera facilitata.

<script> (function () { window.addEventListener('load', function () { setTimeout(function () { var xhr = new XMLHttpRequest(); xhr.open('POST', '/_hcms/perf', true /*async*/); xhr.setRequestHeader("Content-type", "application/json"); xhr.onreadystatechange = function () { // do nothing. }; var connection = navigator.connection || navigator.mozConnection || navigator.webkitConnection; function populateNetworkInfo(name, connection, info) { if (name in connection) { info[name] = connection[name]; } } var networkInfo = {}; if (connection) { ['type', 'effectiveType', 'downlink', 'rtt'].forEach(function(name) { populateNetworkInfo(name, connection, networkInfo); }); } var perfData = { url: location.href, portal: 3077106, content: 92491826999, group: -1, connection: networkInfo, timing: performance.timing }; xhr.send(JSON.stringify(perfData)); }, 3000); // Execute this 3 seconds after onload. }); })(); </script> <script> var hsVars = hsVars || {}; hsVars['language'] = 'it'; </script> <script src="/hs/hsstatic/cos-i18n/static-1.53/bundles/project.js"></script>