23 novembre 2018 Redazione Magazzino edile

Dropshipping e magazzino zero: i vantaggi per l'azienda

dropshipping e magazzino zero: i vantaggi per l'azienda

Il drop-shipping è una delle soluzioni più innovative per il mondo del commercio elettronico applicabile a molti settori, incluso quello della vendita di prodotti relativi all'edilizia.

Si tratta, come suggerisce il suo nome (dall'inglese "spedizione a goccia"), di un meccanismo di gestione a magazzino zero, che permette all'azienda di non dover gestire approvvigionamenti e spedizioni, mettendo in diretta correlazione clienti e fornitori.  

Già nel 2011 Amazon effettuava il 34% delle sue vendite con drop-shipping, percentuale che è cresciuta nel tempo. Questo sistema di vendita permette di ridurre significativamente i costi di un’attività commerciale, andando quasi ad annullare quelli legati al magazzino che, di fatto, è pressoché assente (appunto, si parla di sistema di vendita al dettaglio a magazzino zero).

Il sogno di chi, invece, di spazio di magazzino e tasse sul valore dei prodotti ne paga, e non poche.

Sulla carta è tutto molto semplice: vediamo più nel dettaglio come funziona il drop-shipping e come questo sistema di vendita possa essere integrato in modo vantaggioso in un sistema di vendita al dettaglio già consolidato.

 

Cos'è e come funziona il dropshipping?

Più nel dettaglio, la meccanica alla base del magazzino zero comporta la vendita dei prodotti senza la necessità del loro preventivo acquisto ad un fornitore, eliminando la fase di stoccaggio ed immagazzinamento.

In altri termini, l'azienda vende ai propri clienti materiali che non possiede direttamente e che si trovano, invece, presso il produttore o fornitore: sarà poi quest'ultimo a provvedere al consegna direttamente presso il cliente finale.  Alla base del dropshipping c'è la necessità di un accordo con i fornitori, i quali dovranno mettere a disposizione il proprio catalogo di prodotti. 

Normalmente ciò avviene dietro l'impegno da parte dell'azienda edile di provvedere alla pubblicizzazione (attraverso canali tradizionali o un e-commerce di proprietà) di tali prodotti, procurando così i clienti con i quali concludere ordinari contratti di vendita delle più diverse tipologie di merci. La filosofia del magazzino zero sta tutta in questo passaggio: quando l'azienda vende un prodotto al cliente provvede a girare l'ordine al fornitore, il quale si occuperà di spedire il materiale al cliente finale. 

 

Quali sono i vantaggi per il magazzino edile?

Le aziende che si occupano di vendita al dettaglio o all'ingrosso dei prodotti ottengono forti vantaggi dall'adozione del dropshipping: il dropshipper, infatti, grazie alla propria opera di intermediazione può eliminare diverse fasi della filiera che portano all'approvvigionamento del prodotto (acquisto all'ingrosso, trasporto nelle proprie sedi, spese di custodia e stoccaggio), potendo contare su prodotti a costo di magazzino, senza i costi normalmente connessi ai vari anelli della catena commerciale che dividono la produzione dalla vendita al dettaglio di un prodotto.

Peraltro, il dropshipper potrà più facilmente preventivare i propri volumi di affari, eliminando la prassi poco economica (e potenzialmente rischiosa) di acquistare una certa quantità di materiale senza poter prevedere i volumi di merce venduta e invenduta.

In questo modo, quindi, è possibile lavorare direttamente sugli acquisti effettuati dai clienti, girando gli ordini ricevuti ai produttori/fornitori che si occuperanno della spedizione.

L'eliminazione del magazzino, permette, inoltre di abbassare i costi di affitto o di mantenimento dei locali relativi, e quelli di manodopera per le operazioni di imballaggio e spedizione. 

 

Dropshipping: ci sono dei rischi?

Tutto oro quello che luccica? In effetti, il mondo del dropshipping, per quanto estremamente funzionale, può riservare alcuni svantaggi, normalmente connessi al rischio di ogni attività imprenditoriale.

Infatti, non si può del tutto escludere qualche gap organizzativo con uno o più fornitori, i quali potrebbero provocare disguidi presso i clienti (consegna lenta, mancato coordinamento tra merce disponibile in magazzino e volume degli ordini, e così via), potenzialmente dannosi per l'immagine professionale della rivendita. 

Non in ultima, anche la qualità stessa dei prodotti, non potendo essere fisicamente valutata dal momento che il magazzino è effettuato dal fornitore, potrebbe non essere all’altezza degli standard accordati.

 

Le regole da seguire per avere successo nel dropshipping

Tuttavia, questi rischi o svantaggi che dir si voglia possono essere minimizzati non solo attuando alcune strategie imprenditoriali "ordinarie", come, ad esempio:

  • selezionando adeguatamente i propri fornitori
  • valutando con attenzione la qualità del prodotto e del servizio prestato 

In primo luogo,  è bene ricordare come il lavoro dell'azienda venditrice stia nelle relazioni con la clientela al dettaglio, dove è necessario curare che i propri canali di comunicazione e investire in operazioni di marketing efficienti. Operazione fondamentale, infatti, è proprio far sapere ai propri clienti le gamme di prodotte (molto più ampie rispetto il sistema classico) ed evidenziare vantaggi sul servizio di consegna e approvvigionamento.

Nel rapporto con i fornitori è bene ricercare produttori che permettano di differenziare la propria offerta, così da offrire ai clienti prodotti non così inflazionati presso altre imprese concorrenti.  La scelta del fornitore, quindi, diviene una condizione fondamentale e determinante in questo processo.

Quanto più un fornitore ha una struttura logistica ampia (in modo da garantire disponibilità a stock), un processo produttivo proprio e integrato nelle sue fasi (in modo da garantire standard elevati e stabili di qualità di prodotto) e flessibilità di offerta (sia in termini di gamma sia di personalizzazione per un prodotto sempre più tailor made) tanto più sarà il vostro partner ideale per il vostro business. 

Perché l'operazione di conversione (o creazione) della propria impresa nel sistema del magazzino zero abbia successo, insomma, è necessario pianificare con cura tutti i passaggi sopra considerati, ponendo attenzione alle competenze informatiche, gestionali e commerciali che permettono di convertire il dropshipping in una interessante occasione di affermazione professionale per il magazzino edile del nuovo millennio.

 

Contatta Dakota per consulenza per il tuo magazzino edile