Come si utilizzano i tasselli per cappotto e quali funzioni svolgono

Presente da decenni sul mercato edilizio, la tecnologia dei sistemi compositi di isolamento esterno (cappotto termico) si sono definitivamente affermate con l’avvento delle politiche di agevolazione fiscale per il risparmio energetico degli anni scorsi e, più recentemente, con le iniziative statali dell’Eco e del Superbonus 110%.

Grazie agli incentivi e alle agevolazioni sul costo del cappotto termico, e a una serie di vantaggi che il suo impiego consente di ottenere, l’intervento dall’esterno è infatti una tecnica di isolamento termico sempre più utilizzata da progettisti, imprese e cittadini. Ma il cappotto termico è anche un sistema costruttivo, che si compone di numerosi elementi: il collante, lo strato isolante, la rete, la finitura, i tasselli di fissaggio su cappotti isolanti.

Proprio questi ultimi sono i componenti che garantiscono l’ancoraggio del cappotto termico alla muratura esterna dell’edificio. Scopriamo nel dettaglio quali sono le funzioni dei tasselli per cappotto e come utilizzarli nel modo corretto.

 

Cerchi un fornitore edile per ampliare l’offerta di magazzino? Scopri i prodotti Dakota dedicati al cappotto termico: contattaci subito!

 

L’importanza dei tasselli per cappotto termico per evitare ponti termici

Nella valutazione energetica, soprattutto quando si parla di isolazione termica esterna ETICS (External Thermal Insulation Composite System), i fissaggi meccanici spesso non vengono presi in considerazione. Tuttavia, se non eseguiti a regola d’arte con materiali idonei, possono compromettere l'efficienza dell'isolamento stesso, creando effetti di ponti termici non trascurabili.

Il sistema di isolamento cappotto ETICS, per garantire le prestazioni d’isolamento, è composto da vari strati ed ognuno ha una funzione specifica, l’applicazione di una tassellatura non a norma, oltre a creare evidenti danni estetici e possibili rotture del cappotto, andrebbe a compromettere le prestazioni  energetiche dei singoli componenti.

Di seguito vengono schematizzati tutti gli strati funzionali del sistema ETICS secondo la norma UNI/TR 11715:

1- Strato di collante 

2- Materiale isolante

3- Intonaco di base (con rete di rinforzo)

4- Intonaco di finitura

Strati tasselli

Strati funzionali di un sistema ETICS. [Fonte: norma UNI/TR 11715]

L’isolamento del sistema è determinato in massima parte dal materiale isolante utilizzato, ma anche ogni altra parte che lo compone ha un’influenza più o meno significativa. Infatti, la tipologia di tassello con relativo sistema di tassellatura utilizzato è parte fondamentale per evitare ponti termici che andrebbero a vanificare l'efficienza dell’intero sistema.

All’interno del rapporto tecnico UNI/TR 11715 sono riportate le regole generali di corretta realizzazione dell’incollaggio, della rasatura e anche dei sistemi di tassellatura.

 

Tasselli per cappotto: come funzionano

Assicurare meccanicamente il cappotto alla parete è un’operazione fondamentale, che fornisce al sistema la capacità di resistere alle forze esterne - il vento in particolare - che potrebbe provocare il distacco dei pannelli isolanti su pareti.

I tasselli per cappotto termico rispondono proprio a questo tipo di necessità. Inoltre, c’è da considerare che i fissaggi meccanici effettuati con i tasselli per cappotto forniscono maggiore stabilità in caso di incendio.

L’operazione di fissaggio meccanico avviene successivamente all’incollaggio del pannello o dello strato isolante alla parete e i tasselli cappotto sono elementi studiati appositamente per questa tecnologia.

 

Come si esegue la posa in opera del Sistema Cappotto termico: scarica la guida!

 

Quanti tasselli per cappotto si usano al mq?

Sono molti i parametri che definiscono il numero dei tasselli per metro quadro da utilizzare:

  • Altezza dell’immobile
  • Esposizione dell’immobile
  • Zona ventosa
  • Forma dell’immobile

In linea generale occorre applicare almeno 6 tasselli/m2. Per le zone di bordo il numero richiesto in dipendenza dal caso d’impiego aumenta fino a un massimo di 12 tasselli/m2. Con velocità del vento superiore ai 135 km/h e/o altezze di edificio superiori ai 50 m occorre fornire una specifica particolare sull’applicazione dei tasselli.

Per il calcolo esatto del numero di tasselli l’Eurocodice 1 è il riferimento principale, ma è possibile semplificare il calcolo usando le indicazioni presenti nell’appendice B della UNI/TR 11715 riportata di seguito, che indica il numero di tasselli necessari nel sistema ETICS usando pannelli isolanti di dimensione 500x1000 mm.

Norme tassellatura

Estratto: Prospetto B.1 Appendice B, UNI/TR 11715

 

Che tasselli usare per il cappotto termico?

In commercio esistono diverse tipologie di tasselli per cappotto. La scelta del tipo adatto dipende dal materiale impiegato come isolante termico e dalle sue caratteristiche, in particolare di resistenza meccanica.

Per la scelta dei tasselli, oltre al materiale di supporto e al tipo di installazione, è indispensabile conoscere le sollecitazioni alle quali i fissaggi sono sottoposti e per questo sono da considerare i relativi carichi di rottura, i carichi ammissibili ed i carichi raccomandati.

In genere, i tasselli più utilizzati sono a percussione o ad avvitamento. Quelli a percussione espandono la loro spina di ancoraggio con pochi colpi di martello, mentre quelli ad avvitamento fanno avanzare l’apertura della spina in maniera progressiva. Questi tasselli sono maggiormente regolabili e precisi in caso di applicazioni a filo, detta anche installazione a raso, che si verifica quando il disco va in appoggio con il pannello isolante formando una superficie uniforme.

Esistono anche modelli di tasselli ad avvitamento che permettono di essere installati a scomparsa (installazione ad incasso). In questo caso, si va a creare un foro tramite una carotatrice per poi inserire all’interno il tassello che viene fatto espandere. Di seguito, si ricopre la cavità con un disco dello stesso materiale del pannello isolante in modo da mantenere la planarità ed evitare l’effetto dei ponti termici.

Per l’esecuzione dell’installazione a scomparsa, esiste anche un ulteriore modello di tassello per cappotto ad avvitamento: la variante ad elica. In questo caso non è necessario eseguire larghe forature con la carotatrice, ma durante l’avvitamento l’elica taglia in modo netto il materiale isolante, andando a posizionare la testa all’interno del materiale isolante senza creare problematiche di ponte termico.

Infine, la lunghezza del tassello da impiegare varia in relazione agli spessori del materiale isolante (a cui occorre sottrarre i due centimetri della profondità della fresatura), della malta collante, dell’eventuale spessore del vecchio intonaco e della profondità di penetrazione nella muratura.

E’ da considerare che il modello elicoidale menzionato prima, offre il beneficio di ridurre lo spazio di stoccaggio in quanto a parità di supporto con un'unica misura, permette di fissare cappotti di tutti gli spessori e consente anche di ridurre i tempi di esecuzione del fissaggio.

 

Come fissare il cappotto con i tasselli

Il fissaggio dei tasselli avviene utilizzando una rete di rinforzo, in modo da distribuire uniformemente i carichi e, nel caso vengano applicati al di sopra di questa, un disco con diametro 60 mm è sufficiente per ogni tipologia di materiale isolante usato. 

Da considerare che se la tassellatura viene effettuata al di sotto della rete di rinforzo si deve tenere conto che per i pannelli in polistirene (PS) ed i pannelli in fibra minerale (MF) il diametro di 60mm può andare bene, mentre per i pannelli in lana minerale con minor resistenza alla compressione è necessario usare un disco più grande, utile per distribuire i carichi su una superficie maggiore. 

I tasselli sono anche classificati in base al supporto di cui è composta la parete esterna. Per cui esistono tasselli per muratura, legno, materiali soffici (poliuretano, lana di roccia, lana di vetro, sughero) o rigidi (calcestruzzo) e, infine, universali (per materiali soffici e rigidi).

Per quanto riguarda i supporti in muratura, secondo la norma EAD 3300335-00-0604, la classificazione è così suddivisa:

  • Calcestruzzo (materiale classe A)
  • Mattoni pieni (materiale classe B)
  • Mattoni cavi o forati (materiale classe C)
  • Calcestruzzo alleggerito (materiale classe D)
  • Calcestruzzo cellulare (materiale classe E)

Nei sistemi ETICS, quando non è possibile classificare la tipologia del supporto si devono eseguire delle prove di tenuta allo strappo sulla parete stessa.

Infatti, proprio in base al tipo di supporto si determina lo schema adeguato per la posa dei tasselli, definendo anche la quantità minima (rispettando la norma) e l’utilizzo o meno di speciali elementi sulla facciata.

Gli schemi di tassellatura definiti dalla norma, atti a garantire l'efficienza dell’isolamento termico dei sistemi ETICS, sono due:

  • Lo schema a T
  • Lo schema a W

Tasselli schemi

I tasselli devono essere applicati esclusivamente quando il collante è completamente asciutto. Se ciò non fosse possibile, magari a causa del peso eccessivo del rivestimento, è possibile procedere con la tassellatura ad avvitamento immediatamente dopo l'incollaggio dei pannelli, facendo attenzione alla planarità ed evitando eventuali dislivelli che si potrebbero creare usando colle poliuretaniche.

Per la scelta della lunghezza dei tasselli da utilizzare bisogna considerare l'eventuale spessore del precedente intonaco (se presente), lo spessore della colla, lo spessore del materiale isolante e della rete di rinforzo (nel caso si applichino i tasselli al di sopra della stessa).

I tasselli devono essere applicati a filo dei pannelli isolanti o ad incasso, in modo da evitare accumuli di materiale rasante, che a causa del diverso assorbimento igrometrico che si andrebbe a creare in prossimità, renderebbe visibile l’intera tassellatura su tutta la superficie del cappotto termico. 

Nel caso l’intonaco non sia particolarmente coprente, o in zone con condizioni termoigrometriche elevate, viene sempre consigliata l’applicazione ad incasso, proprio per evitare effetti di macchiatura in facciata.

Facciata cappotto

 

I tasselli di fissaggio del catalogo Dakota Group

L’ampia offerta edile di Dakota Group dedicata al Sistema a Cappotto e ai suoi accessori include anche i sistemi di ancoraggio su cappotto e i tasselli di fissaggio. Dakota consente agli operatori di disporre di più soluzioni in relazione alle differenti caratteristiche del materiale isolante e dei supporti della muratura.

Tutti i tasselli SGR di Dakota sono composti da stelo, testa e chiodo già premontati e hanno la testa del chiodo in materiale termoplastico per azzerare i ponti termici. Ogni tassello è certificato ETAG 014 per tutti i tipi di supporto. Il tassello per cappotto SGR è disponibile in tre versioni:

  • Tassello per cappotto SGR-PA con chiodo termoplastico a percussione (foro di fissaggio di 8 millimetri) premontato nel fusto del tassello. La testa di 60 millimetri, ad aderenza migliorata e chiodo nero a espansione in poliammide, è conforme alla certificazione ETAG 014. SGR-PA riduce i tempi di posa. Possiede una sezione variabile e un’espansione asimmetrica del fusto in poliamide, un sistema di calibratura dell’ancoraggio a fisarmonica e la ghiera personalizzabile, sempre in poliamide. Otto gli articoli in commercio (le dimensioni del tassello variano da 110 a 250 millimetri).
  • Tassello per cappotto SGR-AP con chiodo in acciaio a percussione (foro di fissaggio di 8 millimetri) premontato nel fusto del tassello. La testa di 60 millimetri, ad aderenza migliorata e chiodo a espansione con coprichiodo plastico (in poliamide) bianco, a taglio termico, è conforme alla certificazione ETAG 014. Fusto e ghiera sono realizzati in polipropilene, chiodo in acciaio e coprichiodo in poliamide. Undici gli articoli in commercio (le dimensioni del tassello variano da 110 a 310 millimetri).
  • Tassello per cappotto SGR-AV a vite in acciaio ad avvitamento (foro di fissaggio di 8 millimetri), con chiodo premontato nel fusto del tassello. La testa di 60 millimetri, ad aderenza migliorata e chiodo a espansione con coprichiodo plastico colorato a taglio termico con predisposizione “torx”, è conforme alla certificazione ETAG 014. Fusto e ghiera sono realizzati in polipropilene, il chiodo in acciaio e il coprichiodo in poliamide. Undici gli articoli in commercio (le dimensioni del tassello variano da 110 a 310 millimetri).

Infine, nella gamma è presente anche un tassello ad avvitamento dalla forma elicoidale:

  • Tassello per cappotto SGR-UNI elicoidale a scomparsa con testa da 67mm integrata al fusto ad espansione ∅ 8 mm e vite di fissaggio (torx 30). Un unica misura per pannelli da 100mm sino a 400mm, applicabile su vari tipi di isolante:
    - PUR
    - Lane minerali
    - EPS
    - Resina fenolica

Il prodotto garantisce l'assenza di ponte termico (Valore 0,000W/K) ed è utilizzabile sia su nuovi edifici che su ristrutturazione di edifici esistenti, conforme ETAG 014. Inoltre, è utilizzabile su supporti di classi A, B, C, D e E. Il corpo del tassello è realizzato poliamide, il fusto in polipropilene e la vite di fissaggio in acciaio zincato. Il corredo comprende anche i tappi di chiusura in EPS (polistirene) e la barra di regolazione in acciaio.

A garanzia del percorso di sostenibilità, Dakota ha scelto di certificare la propria gamma di tasselli ETICS secondo la Dichiarazione ambientale di prodotto.

<script> (function () { window.addEventListener('load', function () { setTimeout(function () { var xhr = new XMLHttpRequest(); xhr.open('POST', '/_hcms/perf', true /*async*/); xhr.setRequestHeader("Content-type", "application/json"); xhr.onreadystatechange = function () { // do nothing. }; var connection = navigator.connection || navigator.mozConnection || navigator.webkitConnection; function populateNetworkInfo(name, connection, info) { if (name in connection) { info[name] = connection[name]; } } var networkInfo = {}; if (connection) { ['type', 'effectiveType', 'downlink', 'rtt'].forEach(function(name) { populateNetworkInfo(name, connection, networkInfo); }); } var perfData = { url: location.href, portal: 3077106, content: 58957133705, group: -1, connection: networkInfo, timing: performance.timing }; xhr.send(JSON.stringify(perfData)); }, 3000); // Execute this 3 seconds after onload. }); })(); </script> <script> var hsVars = hsVars || {}; hsVars['language'] = 'it'; </script> <script src="/hs/hsstatic/cos-i18n/static-1.53/bundles/project.js"></script> <!-- $$__SECOND_PASS_JS_FOOTER__$$ -->